CONTENT MARKETING

Content marketing: come farlo bene basandosi sui dati

Redazione Deva
29 ottobre 2019
Una strategia di content marketing ben studiata, integrata in un piano di web marketing con sito user friendly, campagne di advertising di strutturate e ben gestite, il tutto inserito in un’ottica di business multicanale, possono fare la differenza per le sorti dell’azienda.

Acquisire e fidelizzare clienti nell’epoca del digital rappresenta l’obiettivo primario di qualsiasi realtà aziendale. Oggi per portare a casa il risultato la strada da percorrere risulta essere quella del web marketing a discapito di tutte le metodologie di advertising tradizionale oramai andate in pensione.

 

Content Marketing

Il #contentmarketing non rappresenta semplicemente la creazione e la distribuzione di contenuti ma prevede un intero processo strategico che coinvolge ogni aspetto esperienziale del percorso che l’utente-consumatore compie destreggiandosi tra i canali del brand di riferimento.

L’approccio basato sui dati permette di focalizzarsi verso l’obiettivo: portare valore al pubblico.
Durante lo sviluppo di una strategia l’analisi dei dati diventa fondamentale perché permette al content marketer di confermare le idee creative con delle proiezioni realistiche.

“The content is the king” è la regola che domina qualsiasi strategia di web marketing. Forse la prima, vera regola di ogni buon marketer che voglia giungere a meta.

 

Il contenuto al centro della strategia

Esistono svariate ragioni per le quali il marketing risulta essere il protagonista indiscusso del mercato di oggi, innanzitutto, il cambiamento di scenario dal punto di vista epocale e culturale.
È indubbio che il cambiamento di processo di acquisto che ad oggi si palesa ogni giorno davanti ai nostri occhi sia il primo dei molti punti riguardanti la questione. Oggi l’approccio del pubblico al prodotto ed alla banale azione di acquisto si basa sulla nuvola di parole che si crea attorno al brand, rendendolo noto. A conferire la giusta dimensione ed importanza a questo processo troviamo la brand awareness e gli User Generated Content. Le recensioni degli utenti consumatori, le motivazioni e gli endorsement più o meno credibili addotti da esperti ed influencer del settore, le descrizioni dettagliate capaci di soddisfare la sete di informazione dei clienti rappresentano sicuramente un primo fondamentale motivo.

 

La user experience

L’acquisto del prodotto on-line si pone agli occhi del cliente consumatore come una vera e propria esperienza, quasi decontestualizzata dalla realtà. È il cliente a cercare il brand e non il contrario.
Il posizionamento del sito è fondamentale. Come sappiamo perfettamente, non basta più unicamente ideare una strategia consolidata di web marketing ma dobbiamo permettere al consumatore utente di reperire con facilità le informazioni che possano dargli la possibilità di confrontare prezzi, feedback ed opinioni riguardanti il prodotto che digiteranno in serp.

UGC. Gli User Generated Content rappresentano secondo gli attuali sondaggi, studi di settore e statistiche il vettore primario affinché la propria web strategy risulti efficace sotto tutti gli aspetti. Sono infatti i consumatori a creare i contenuti dell’azienda condividendo tramite i propri canali social opinioni e recensioni del prodotto di riferimento o dello stesso brand. Sono proprio loro, gli utenti consumatori, i tuoi più importanti creator.

 

Piani di Content Marketing: come passare all’azione

La creazione di un piano di content marketing si basa sulla definizione degli obiettivi da raggiungere, l’analisi del target di riferimento, la scelta dei canali e una programmazione precisa delle attività da svolgere. Abbiamo individuato cinque fondamentali passaggi per dare vita ad una strategia di content marketing vincente.

 

1. Analisi di mercato e dei competitor

Offrire un’esperienza unica ed irripetibile è il goal principale cui ambisce un’azienda nella creazione di una strategia di marketing digitale. Per riuscire in questo intento non possiamo esimerci dal considerare le strategie altrui ed analizzarle. In questa prima fase individuiamo nella Analisi SWOT lo strumento ideale per poter fornire un ventaglio di informazioni adeguato a soddisfare tutte le domande che possiamo e dobbiamo farci sulla concorrenza prima di procedere con la stesura di una nuova web strategy.
L’Analisi SWOT è uno strumento infatti indispensabile per andare a delineare e focalizzare i punti cruciali della propria attività e rappresenta la base per sviluppare qualsiasi piano di strategia marketing. La SWOT fonda la propria efficacia sull’analisi pedissequa di elementi quali: punti di forza, punti di debolezza, opportunità di mercato e minacce.

 

2. Identificazione del target di pubblico

La definizione del target e del pubblico che si vuole raggiungere è indubbiamente il secondo fondamentale passo da compiere nella direzione del successo auspicato. Tale analisi permette di scegliere con precisione i canali, il formato, l’argomento e lo stile dei contenuti. Una best practice prevede di sviluppare un archetipo, una sorta di identikit dell’utente consumatore ideale basato su modelli comportamentali ben delineati per ogni profilo preso in considerazione in questa seconda fase di analisi, la così detta buyer persona. Per impostare questo tipo di studio, un apporto importante è sicuramente fornito dalle neuroscienze.

 

3. Obiettivi della strategia di content marketing

L’impostazione degli obiettivi della strategia di content marketing risulta essere un altro passo fondamentale prima di partire. Esistono due metodologie infallibili per farlo: il metodo SMART ed il metodo CLEAR. Entrambi permettono di valutare se gli obiettivi siano misurabili ed adeguati.

 

4. Pianificazione

In questo momento è possibile agire e trasformare le risorse in progetti operativi concreti. È importante, in questa fase, tenere in considerazione le tempistiche: le pubblicazioni dovranno seguire un ritmo sostenibile e costante.

 

5. Creazione!

La vera forza del content marketing consiste nel focalizzare sempre le energie sugli interessi e sulle necessità del pubblico, non sul brand o sui prodotti. Una volta definita la buyer persona è possibile scegliere il tono di voce, gli argomenti ed i temi più appropriati a seconda non semplicemente dunque delle caratteristiche del prodotto o della mission comunicativa del brand ma anche prendendo in considerazione tutti gli elementi finora enumerati e trovati grazie all’analisi svolta.  

In conclusione, il successo del content marketing non si basa sulla fortuna ma sull’analisi strategica e sulla valutazione su dati acquisiti in ogni passaggio del ciclo vitale.
Grazie a questo metodo è possibile prevedere i risultati degli sforzi di marketing ed analizzare con precisione i risultati.

CLIENTI


CERTIFICAZIONI



SEDE

Via Tata Giovanni, 8
00154 Roma (RM)
P.I. 12658471003
N° reg. REA RM-1391919