DIGITAL PUBLISHING

Mobile Engagement, la strategia del futuro

Redazione Deva

27 gennaio 2020

Cominciamo dai dati? Oltre il 50% delle email viene letto da dispositivi mobili. Il 33% degli acquisti fatti in occasione del Black Friday e del Cyber Monday sono stati fatti da smartphone. Se non siete ancora convinti, il 61% del traffico totale di internet proviene…

indovinate? Esatto, dai nostri onnipresenti cellulari e tablet. E sono più di 11 milioni gli italiani che ogni mese accedono alla rete esclusivamente tramite dispositivi mobile. E’ quindi facile capire l’importanza del mobile engagementì, ovvero le strategie migliori per coinvolgere gli utenti che arrivano ai nostri prodotti o servizi tramite il piccolo display di uno smartphone..

 

Il mobile marketing, una grande opportunità

Il mobile marketing per le aziende rappresenta la possibilità di raggiungere gli utenti in qualsiasi momento della giornata, ovunque e qualunque cosa stiano facendo. Stiamo parlando di oltre 20 milioni di persone al giorno solo in Italia, un numero superiore a quello degli utenti che si possono raggiungere tramite lo schermo del pc o addirittura di quello della tv. In media, inoltre, queste persone trascorrono un paio d’ore al giorno attaccate al proprio dispositivo mobile. Insomma, un’opportunità tutta da sfruttare.

Cos’è il mobile marketing, quindi? Partiamo da una definizione: “il mobile marketing è l’insieme di attività di marketing orientate a creare engagement attraverso i dispositivi mobili”. Stiamo certamente parlando di smartphone e tablet ma, guardando più lontano, anche di occhiali per la realtà virtuale, smartwatch e altri dispositivi che potrebbero prendere sempre più piede in futuro.

Il mobile marketing è la forma più diretta ed efficace per creare un dialogo con l’utente, permettendo di mettere a disposizione informazioni, prodotti e servizi a qualunque ora e in qualsiasi luogo ci si trovi.

 

Web marketing e mobile marketing, le differenze

Certamente, anche se è (ancora) impossibile dividere nettamente questi due ambiti. In questo momento spesso il messaggio può essere fruito dall’utente sia tramite il proprio dispositivo mobile sia grazie al proprio pc e una buona strategia non può non tenere conto di questo. Chi, infatti, non fa ricerche e acquisti o non legge le email sia sul monitor del proprio pc sia dal proprio smartphone, magari nel tragitto da casa all’ufficio?

Ricapitolando, quindi, il web marketing deve puntare sempre di più sul mobile engagement: la possibilità di raggiungere ogni giorno con il proprio messaggio milioni di persone che si connettono tramite il proprio smartphone non è una delle opzioni, ma è LA strategia. Il mobile marketing, infatti, consente di raggiungere velocemente l’utente proprio là dove passa gran parte del suo tempo libero: davanti al proprio dispositivo mobile.

 

Lo smartphone, un collegamento diretto con il prospect

A chi non è mai capitato di dimenticare il proprio smartphone, anche solo per qualche minuto, e di provare un’immediata sensazione di panico? È un oggetto che abbiamo sempre con noi, personale al punto che facciamo fatica a vederlo in mano ad altre persone. E lo controlliamo in media 50 volte al giorno…Quale strumento migliore per raggiungere e ingaggiare il nostro target?

In questo modo abbiamo l’opportunità di offrire rapidamente e senza filtri proprio ciò che l’utente vuole in quel momento, mettendo il cliente e le sue esigenze al centro dell’intera operazione.

 

La targettizzazione, un’arma vincente per il mobile engagement

Ma come possiamo offrire all’utente proprio ciò di cui ha bisogno? Semplice: sfruttando proprio i suoi device mobili per conoscere ciò che fa quando usa internet. Insomma, quando navighiamo sul web non siamo mai soli, ma c’è sempre qualcosa che ci segue, ci “studia” e impara ciò che ci piace, pronto ad offrircelo quando ne abbiamo bisogno. La grande rivoluzione, infatti, è proprio quella di poter offrire prodotti personalizzati, mirati in maniera specifica al target che si vuole colpire.

 

Mobile engagement, qualche consiglio per una strategia efficace

Volete qualche consiglio per rendere la vostra strategia ancora più efficace?

  • Mobile first. Banale? Forse, ma siamo davvero sicuri che il nostro sito sia responsive, cioè che sia in grado di adattare testi e immagini ai monitor dei diversi dispositivi mobile, rendendo così la navigazione scorrevole e piacevole?
  • Comunicare con gli SMS: può sembrare una modalità di comunicare ormai obsoleta, ma vi garantiamo che il buon vecchio SMS viene letto più che le email. Provare per credere!
  • Go local, tradotto: quando dovete proporre una pubblicità nell’ambito della vostra strategia di mobile advertising, fatelo in maniera localizzata, per aree geografiche molto specifiche.
  • Google Maps: rendete la scheda locale della vostra azienda il più ricca di informazioni possibile per farvi trovare dai vostri utenti.

 

Mobile engagement: gli strumenti giusti

È vero che una buona strategia di mobile engagement consente di scovare e aiutare gli utenti h24, ma la vostra azienda è davvero pronta a raccogliere la sfida? Dopo aver individuato le personas che si vogliono raggiungere, averne scoperto usi e abitudini e, infine, aver definito i vostri obiettivi, è necessario individuare e scegliere gli strumenti da mettere in campo per raggiungerli.

 

Il sito aziendale

In questo processo la cura del sito web aziendale è un fattore da non trascurare: dovrebbe infatti essere curato, intuitivo, semplice da navigare, altrimenti l’utente che avete faticosamente condotto fino a lì scapperà a gambe levate. Il vostro sito dovrà quindi essere responsive, cioè perfettamente navigabile anche da mobile, e deve invitare l’utente a cliccare con apposite call to action che lo incoraggiano a stabilire un contatto diretto con l’azienda.

 

Le applicazioni

Le app sono un potente strumento nelle vostre mani se volete lanciarvi nel mondo del mobile marketing. Quante ne ha ognuno di noi sul proprio smartphone? Il motivo è presto detto: sono tutto ciò che vorremmo in un servizio: comode e semplici da usare, non necessitano nemmeno del passaggio dell’apertura del browser, consentendo una ancora maggiore velocità nel raggiungere ciò che vogliamo. Ci sono altri due aspetti da non sottovalutare: la geolocalizzazione e la possibilità di ricevere notifiche, instaurando così un contatto ancora più stretto con l’azienda.

 

Le geolocalizzazione come strumento di mobile marketing

Già, parlavamo di geolocalizzazione. Con questo termine si intende la possibilità di individuare la posizione esatta di un device (e quindi, quasi sempre, anche del suo proprietario). Tramite questa funzione è possibile inviare all’utente proposte di prodotti o servizi che si trovano proprio “a portata di mano”.

 

SMS e MMS per il mobile engagement

Pensavate che SMS e MMS fossero ormai superati? Non proprio: nella vostra strategia di mobile engagement vi permetteranno di inviare offerte estremamente mirate in pochi caratteri, concludendo con una call to action chiara ed efficace. Si calcola che il numero di SMS letti rispetto a quelli inviati è del 98%. Non male, vero?

 

NFC; iBeacon e QR Code

Questi tre termini si riferiscono ad altrettante nuove soluzioni di cui chi ha scelto di fare mobile marketing sentirà parlare sempre più spesso. Cominciamo dal primo: la tecnologia NFC (Near Field Comunication) consente a due device dotati di questo dispositivo di scambiarsi dati, basta che si trovino a meno di 10 centimetri di distanza. Questa tecnologia è già utilizzata per il pagamento senza contanti. IBeacon consente invece di scambiare dati attraverso la geolocalizzazione. Per funzionare ha bisogno di una apposita app e che il servizio di localizzazione sia acceso: a questo punto potremo ricevere sul nostro smartphone dei dati, ad esempio relativi ad un prodotto che stiamo guardando in un negozio.

Il QR Code (Quick Response Code) consente invece di memorizzare informazioni leggibili da un telefono cellulare in un quadrato pixellato bianco e nero. L’informazione contenuta può essere di qualunque tipo: immagini, video, audio, testo, link e così via. Insomma, un altro alleato prezioso per chi vuole lanciarsi nel mobile marketing.

E voi, quale strategia sceglierete?

Le ultime news dal mondo Digital

Rebranding: tendenze e applicazioni

Tutti, ogni tanto, sentiamo il bisogno di cambiare e di presentarci al mondo con un’immagine nuova che ci rappresenti ma che al tempo stesso non risulti “fuori moda”.

CLIENTI


CERTIFICAZIONI



SEDE

Via Tata Giovanni, 8
00154 Roma (RM)
P.I. 12658471003
N° reg. REA RM-1391919