SOCIAL MEDIA

Social Selling Index: come misurare il proprio valore su Linkedin

Valentina Rossi
Head Of Media Buying Solutions

16 dicembre 2019

Linkedin è il Social Network più diffuso al mondo in ambito professionale. È una piattaforma dove le persone incontrano le aziende e viceversa.

I dipendenti diventano veri e propri Brand Ambassador, le conoscenze e competenze dell’individuo vanno a costituire il know-how aziendale, si fanno portavoce dei valori aziendali e li veicolano alla propria rete di conoscenze (che normalmente si muovono nello stesso settore lavorativo) trasmettendo i punti di forza e le potenzialità del proprio brand.
Curare il proprio profilo LinkedIn acquisisce quindi una doppia valenza, aziendale e personale.
Dai neolaureati in cerca di prima occupazione, fino ai manager di successo con un ampio network già consolidato che devono farsi promotori dei valori aziendali, non si può prescindere dall’avere un profilo attivo.
Come la presenza online riesce a generare valore aggiunto per sé stessi e per la propria azienda?
Uno dei parametri è dato dallo stesso Linkedin, che ci valuta tramite il Social Selling Index, ovvero quanto efficacemente viene utilizzata la sua piattaforma.

Cos’è il Social Selling Index

All’interno di una rete di potenziali nuovi clienti, potenziali nuovi fornitori o semplicemente nuove opportunità professionali, l’SSI misura quanto riusciamo a vendere noi stessi e le nostre competenze su Linkedin.
La valutazione che va da 0 a 100 scaturisce dalla somma dei 4 indici fondamentali (ciascuno con punteggio massimo di 25), ovvero:

  • Quanto il proprio personal brand sia considerato all’interno del settore di riferimento (Brand Professionale);
  • Quanto i vari collegamenti rientrino nell’ambito del proprio target professionale (Rete di Collegamenti);
  • Quanto i contenuti condivisi siano rilevanti e utili per chi segue (Interazioni);
  • Quanto si interagisce con il proprio network (Costruire Relazioni).

L’indice, inizialmente riservato solo ai membri Premium, è da qualche tempo accessibile a tutti gratuitamente.
Vediamo nel dettaglio i quattro indicatori:

1. Brand Professionale

La prima impressione è quella che conta, anche online, per questo il primo indice valuta la completezza del profilo su Linkedin. Inserire tutte le informazioni necessarie a farsi conoscere (e riconoscere) e creare contenuti professionali che attestino le proprie competenze è un fondamentale biglietto da visita.

2. Rete di Collegamenti

Il numero di collegamenti e la percentuale d’accettazione delle richieste inviate sono alcuni dei fattori che determinano questo indice. Avere molti contatti su Linkedin è sicuramente importante, ma sono le persone che realmente si intendono raggiungere? Sono dei potenziali clienti/partner? Il secondo indicatore misura esattamente questo: se sono utenti interessati a ciò che si dice e intenzionati ad ascoltare.

3. Interazioni

Il terzo indicatore misura invece la capacità di essere visto come un esperto dagli altri utenti. Per fare ciò è necessario interagire in modo intelligente con le attività del proprio network, commentare in modo utile sotto post di utenti che chiedono un parere relativamente al proprio settore di competenza, o condividere contenuti di qualità che possano suscitare reazioni e interazioni da parte di tutto il network (like, commenti o condivisioni).

4. Costruire Relazioni Durature

Le relazioni costruite poi all’interno del network devono essere durature e non semplici reti di contatti; questo si alimenta attraverso rapporti frequenti, soprattutto con i profili più senior. I dati presi in considerazione per questa percentuale sono le ricerche di persone, le visualizzazioni del proprio profilo, e i giorni di attività online.

L’indice è aggiornato in maniera quotidiana e scaturisce dal modo in cui si utilizza davvero il social network, in modo che non possa essere frutto di una strategia ad hoc.

Una presenza costante ed un uso intelligente della piattaforma può sicuramente aiutare il proprio business, ma è pur sempre una metrica che non può rappresentare in maniera univoca il proprio standing professionale, o il valore della propria azienda.
Utilizziamolo come spunto di miglioramento e non come criterio di valutazione del proprio valore.

Le ultime news dal mondo Digital

Rebranding: tendenze e applicazioni

Tutti, ogni tanto, sentiamo il bisogno di cambiare e di presentarci al mondo con un’immagine nuova che ci rappresenti ma che al tempo stesso non risulti “fuori moda”.

Social world: trend 2020

Il 2020 si preannuncia come un anno pieno di novità per i principali social network. E quale modo migliore per farlo che offrire sempre qualcosa di nuovo e innovativo? Vediamo cosa ci aspetta.

CLIENTI


CERTIFICAZIONI



SEDE

Via Tata Giovanni, 8
00154 Roma (RM)
P.I. 12658471003
N° reg. REA RM-1391919